L’Amore è veritiero. Non può esserci al cospetto della falsa percezione dell’esperienza di divisione. L’unità è sempre. Percepire la (presunta) separazione significa celarsi l’Amore.
Home page Area abbonati Chi siamo Acquisti Aggiornamenti Newsletter Libri Contatti Carrello

Articoli spirituali

Video illuminanti

Meditazioni

Aforismi e pensieri illuminanti

Corsi di consapevolizzazione

Consapevolezza Spirituale

Realizzazione Integrale (Spirituale - materiale)

Spiritualità, Amore e sessualità consapevole

Tu Sei per te stesso il più grande dei Misteri,

il Principio di tutte le soluzioni

Il terzo paesaggio spirituale
Trasformare il rancore in Perdono
Trasformare i sensi di colpa in Amore
Risveglio della Coscienza: L'Origine spirituale
Divenire integralmente Amore e ScoprirSi Sua Origine,
questa è la Soluzione
Aprire il cuore all'Amore
La mancanza di Amore è il problema numero uno dell'umanità
La vita che è Amore non conosce timore
Non c'è Verità senza Amore, i dogmi sono figli della sofferenza
Essere Verità significa essere ogni cosa
Perché ci si dovrebbe Illuminare?
Non hai compiti, non hai missioni. Semplicemente Sii Felice!

LIBRO AMARE

AMARE:ESSERE AMORE

Brano tratto dal libro Realtà e Amore

di Andrea Pangos

COME ACQUISTARE IL LIBRO

Gli argomenti di questo articolo sono trattati al corso Alla Ricerca della Reale Identità

Amare è essere Amore, integralmente.

Amare è completa percezione dell’unità della mente, piena consapevolezza che ogni percezione è la mente che si percepisce.

Amare è compiuta consapevolezza che il mondo percepito è interiore, perché accade nella mente. La fantasia che il mondo “esteriore” sia veramente tale è una patologia del non Essere Amore.

Amare è piena consapevolezza dell’unità della Totalità.

L’Amore è veritiero. Non può esserci al cospetto della falsa percezione dell’esperienza di divisione. L’unità è sempre. Percepire la (presunta) separazione significa celarsi l’Amore.

Amare è piena percezione che il prossimo è parte di se stessi. Ciò che percepiamo e definiamo il prossimo appare in noi stessi (individuo), mentre l’effettivo altro (l’altro individuo) fa parte di Se stessi Totalità e scaturisce da Se Stessi Realtà.

Amare non è solo piena consapevolezza che il conosciuto è uno con il “conoscitore”.

Amare è eguaglianza del conosciuto e del “conoscitore”.

Amare è compiuta conoscenza di se stessi, integrale conoscenza del sé di sé.

Amare è pura Conoscenza di essere esente da pensieri.

Amare è Equilibrio, non equilibrismo.

Amare è Pace della pura percezione di essere. I conflitti rivelano carenza di Amore.

Amare è totale mancanza di emozioni diverse dall’Amore.

Amare è assenza di sforzo.

Amare è la forza dei Forti, la forza è l’arma dei deboli.

Amare è la Forza della Pace: dove c’è Amore non c’è bisogno di forze di “pace”.

Amare è consapevolezza che in Realtà nessuno nasce e nessuno muore, consapevolezza dell’illusorietà della vita temporale e della Realtà dell’Eterna. Chi è costantemente Amore ha sconfitto la morte, consapevole che la Reale Identità Sussiste immortale.

L’Amore è la risposta prima al puro percepirsi: essere Amore è percepirsi integralmente senza immaginarsi.

Amare è Verità. Nell’essere Amore si scopre la Verità Precedente ogni esperienza e parola.

L’Amore è la base di tutte le emozioni e nemmeno le più nocive possono alcunché contro l’Amore. Possono impedirGli di illuminare la vita, ma persino loro non possono esserci senza le Sue fondamenta.

Amare è perdita totale della percezione di individualità.

L’Amare implica il Discernere il Reale (Reale Identità, Dio) dall’irReale (Manifestazione).

L’Amare è contraddistinto dalla consapevolezza di essere (lui stesso) un’illusione e che soltanto la sua Origine (Dio) è Reale.

L’Amore è uno, c’è soltanto una forma di Amore.

L’Amore è la forma non oggettuale in cui appare ogni forma oggettuale.

Amare è totale disidentificazione da ciò che non è Infinito.

Amare significa percepire il mondo nella sua sostanza, profondamente: come parte di sé individuo e di Sé Totalità, come emanazione di Sé Realtà.

Amare è affrancamento da proiezioni e pregiudizi: l’Essere Amore prende atto di ciò che è nel modo più obiettivo.

Amare è libertà dall’inquinamento emotivo-concettuale collettivo. Essere Amore è la condizione base per essere un vero libero pensatore, libero di pensare affrancato da tutto.

Amare è totale assenza di paure. I timori non trovano spazio nel regno dell’Amore, sono l’opposto dell’Amare, indicano che c’è identificazione con il corpo fisico, forma massima del limitato. L’Amore è piena consapevolezza dell’Infinito.

L’Amare non conosce attaccamento: consapevole della Realtà non può essere in alcun modo scosso dall’irReale.

Amare significa essere guaritore dell’umanità intera senza immaginarsi salvatore: guarire è una spontanea espressione dell’Amare.

L’Amare stimola automaticamente (anche senza proferir parola) il prossimo a volgersi verso l’Origine, per permearsi interamente di Amore e scoprire di essere in Realtà l’Origine stessa (non come individuo, come Realtà).

Tendere ad Amare reindirizza la ricerca dal luogo dove non c’è nulla da trovare (presunto mondo “esteriore”), al punto il punto in cui si è sempre Amore (inizio della percezione, che la stessa ha di sé). Quando si ricerca adeguatamente, si trova l’Amore anche nel mondo (ma non nel modo) in cui prima si cercava senza trovarlo, perché immaginando che si trattasse di un mondo veramente esteriore, si impediva all’Amore di tramutarlo integralmente.

L’Amore non può illuminare subito la stanza le cui finestre sono chiuse, ma comunque entra in ogni stanza, dalla porta dell’attimo presente.

Il linguaggio dell’Amore è uno e in potenza compiutamente comprensibile a tutti. Non tutti vogliono però udirlo, trincerati nel loro ricercarLo in modo errato, nella sofferenza, nell’autocommiserazione, nell’autopunizione, nel conflitto…, magari infliggendosi pene d’inferno perché immaginano di non meritare il Paradiso o perché fantasticano di poterlo conquistare soffrendo.

Essere Amore è Essere il Paradiso. Non essere costantemente Amore è saliscendere continuamente tra inferno e purgatorio.
Il messaggio dell’Amore è comprensibile da tutti i cuori aperti a farlo proprio. L’intelletto rigido e il cuore duro sono zone d’ombra destinate a rimanere analfabete del linguaggio dell’Amore.

Il linguaggio dell’Amare è universale, non solo mondiale, ma rarissimi Lo esprimono, essendoLo.

Vedere il mondo nella Luce dell’Amore è Naturale. L’Amore è la sostanza dell’universo, ma raramente il mondo è percepito come Amore. Percepirlo così può sembrare addirittura un evento eccezionale. Lo è perché raro, non perché innaturale o sovrannaturale.
L’Amore è la risorsa mondiale numero uno. Senza Questo Capitale non ci sarebbe il mondo.

L’Amore è una ricchezza inestinguibile, ma rari trivellano abbastanza a fondo il sé per farLo emergere e irrorare il sé completamente. Ignari del Capitale che è in loro, per accumulare averi stimolano conflitti, malvagità, odio, rancore, invidia, miseria… Miserabili, potrebbero scoprire di essere (in Verità, non come individui) la Totalità e invece si dannano per avere qualcosa che, pur sembrando tantissimo, è irrisoria rispetto al Tutto.
La ragione primaria della povertà del e nel mondo è l’indigenza di Amore. Il mondo potrebbe essere compiutamente Amore se l’umanità cercasse la sua Ricchezza nel modo giusto. La Ricchezza dell’Amore stimola ulteriore Ricchezza. La ricchezza che crea miseria è invece miserabile come quelli che la creano e possiedono.
Trasformarsi nel Regno dei Cieli in terra, è il modo migliore per contribuire alla realizzazione di un mondo dove Regna l’Amore.

Cambiate mente, poiché è vicino il regno dei cieli.
Giovanni il Battista

Cambia, mente! Il Regno è più che vicino. È proprio qui, ora. Togliti i veli dell’immaginazione e Lo scoprirai, Lo sarai. Integralmente.
Parole di un figlio che si è Riconosciuto Padre/Madre.

Condividi questa pagina su Facebook
Il segreto di Nikola Tesla Sri Nisargadatta Maharaj Krishnamurti-MenteLibera Osho - The Movie
Ranjit Maharaj 1
U.G. Krishnamurti UG Krishnamurti - you see
Madre Teresa di Calcutta Talks with Nisargadatta Meher Baba Interview Ghandi
OSHO: Absolutely Free Padre Pio vivo 1
Krishnamurti - Il Risveglio
Krishnamurti
Maharishi Mahesh Yogi Padre Pio - l'Eucarestia Thich Naht Hanh Carezza- Giovanni XXIII
Ultima messa di Padre Pio
Anandamayi ma Meher Baba with Lepers
Video spirituali
Copyright 2003-2010 Andrea Pangos