L’incarnazione collettiva e tutte le incarnazioni individuali sono illusioni che avvengono sulla relazione Coscienza Infinita – vibrazioni - energie - materia. - Karma e incarnazione
Home page Area abbonati Chi siamo Acquisti Aggiornamenti Newsletter Libri Contatti Carrello

Articoli spirituali

Video illuminanti

Meditazioni

Aforismi e pensieri illuminanti

Corsi di consapevolizzazione

Consapevolezza Spirituale

Realizzazione Integrale (Spirituale - materiale)

Spiritualità, Amore e sessualità consapevole

Tu Sei per te stesso il più grande dei Misteri,

il Principio di tutte le soluzioni

Il terzo paesaggio spirituale
Trasformare il rancore in Perdono
Trasformare i sensi di colpa in Amore
Risveglio della Coscienza: L'Origine spirituale
Divenire integralmente Amore e ScoprirSi Sua Origine,
questa è la Soluzione
Aprire il cuore all'Amore
La mancanza di Amore è il problema numero uno dell'umanità
La vita che è Amore non conosce timore
Non c'è Verità senza Amore, i dogmi sono figli della sofferenza
Essere Verità significa essere ogni cosa
Perché ci si dovrebbe Illuminare?
Non hai compiti, non hai missioni. Semplicemente Sii Felice!

ARTICOLI
LIBERTA' DAL TEMPO
Articolo di Andrea Pangos
Gli argomenti di questo articolo sono trattati durante il corso Alla Ricerca della Reale Identità

Libertà dal tempo

La libertà dal passato equivale a quella dal futuro: sono entrambi pensieri del presente. Affrancamento totale da ciò che è stato e da ciò che sarà, con piena consapevolezza dell’adesso, è (soltanto) presenza integralmente percepita ora – qua, che non può esserci senza l’attimo presente. Nell’esistenza individuale[1] no: è sempre temporale e la percezione integrale è quella totale di sé. Oltre l’individuo nemmeno: l’Eterno non conosce temporalità e sé. Il tempo inizia e termina con la mente: dalla percezione di esistere dell’individuo (verbalizzata in forma di io sono), l’attimo presente si espande in e con ogni punto dello spazio, inscindibile da esso. Così il principio io sono si proietta in forma di spazio riempito di universo - vibrazioni percepite come vibrazioni, energie e materia.

Emancipazione dall’immaginaria tripartizione  del tempo (passato – presente – futuro) è consapevolezza integrale dell’attimo presente, quella parziale è vagare della mente.

Libertà dall’accaduto, dall’accadente e da ciò che accadrà è Amore, che non conosce nostalgia, paure, malinconia, ansia, gelosia… - è esente da emozioni diverse da sé. Amare è esprimere pienamente le potenzialità dell’ora-qua.

La libertà dal tempo implica la libertà da se stessi: la libertà libera da libero – non libero. Chi è prigioniero del tempo può ambire alla libertà dal tempo, “chi” ne è libero no – non c’è: l’imprigionato nel tempo c’è, il libero dal tempo no. La libertà dal passato e dal futuro è la libertà di qualcuno - adesso, quella dal tempo è libertà di nessuno – senza nemmeno adesso: implica l’assenza del soggetto (individuo) libero - durante l’Estinzione[2], l’esistenza individuale è pressoché spenta. Aver memoria di sé è prigionia di per sé.

L’identificazione con il corpo rende la fallace sensazione di trovarsi nel tempo e nello spazio. Liberarsi dall’idea io sono (soltanto) il corpo, apre la porta alla scoperta del tempo e dello spazio come elementi di sé (individuo), scaturenti da Sé[3] - Se Stessi Realtà.

La convinzione di essere (in Realtà) quello che è nato fomenta l’illusione di essere chi morirà. Il timore del trapasso per fine inappellabile del soffio vitale, impedisce la resurrezione in vita. Aver paura di morire vuol dire temere la perdita definitiva della percezione di esistere, perché inconsci della (Propria) Vita Eterna (comunque) non sapiente di Se Stessa. Timore della cessazione del (proprio) tempo è anche paura del Senza Tempo – Se Stessi, perché si ignora di EsserLo, in Realtà.  

La mente Discernente l’Atemporale dal temporale non offre rilevanza a ciò che ha avuto luogo, a ciò che lo ha e a ciò che lo avrà. Le cose state sono solamente ricordi, quelle che sono è solo percezione di sé – non certo di Sé, quelle che saranno sono soltanto proiezioni. Infinitesimali inezie rispetto alla Realtà – Reale Identità. Il gioco della memoria non vissuto chiaramente per quel che è - illusorio momento presente, è un gioco letale per la scoperta della Verità.

L’individuo aggrappato a se stesso come (se fosse) realtà, impaurito dall’Eterno in cui lui non c’è, riesuma il passato e fantastica il futuro per mantenere viva la percezione di sé. L’esistenza temporale è meno di una scintilla rispetto all’incommensurabilità dell’Esistenza Eterna - Te. La ricerca della presenza nel tempo, rende impossibile la scoperta del Sempre Presente - Te. Molti ambiscono alla vita Eterna, ma non riescono ad aprirsi alla possibilità di conoscerSi privi di consapevolezza di sé: l’individualità è (sostanzialmente) percezione di sé (principio io sono), (direttamente) l’Eterno non sa né sé né Sé. Come sé (individuale) non si può che cercare di prolungare la propria temporalità, come Sé (Reale) Si Sussiste Eternità di per Sé. 

La libertà dal passato e dal futuro prigioniera dell’attaccamento alla consapevolezza dell’attimo presente, limita la ricerca al tempo. Il Cercato è l’Oltre il tempo e soltanto l’emancipazione (anche) dall’adesso può svelare (il Mai Velato): Lui può – Tu puoi  “emergere completamente”  unicamente con la cessazione  (pressoché completa) del tempo, con lo spegnimento dell’esistenza individuale (“in” Quella Assoluta). Abbandonarsi all’attimo presente - rinunciare all’immaginare la tripartizione del tempo in favore della scoperta dell’adesso,  è (solo) un primo passo del donarsi all’Eterno. Il secondo implica la rinuncia completa anche del presente, per Scoprire Quello Sempre Presente – Te Testimone Reale di tutto quello che non Sussiste Realmente.  

In entrata, la porta del tempo porta alla temporalità. In uscita, al Senza Tempo. L’ingresso è stato inconsapevole, non intenzionale. Il ripiegamento dal tempo – raccoglimento del sé in sé, è invece questione di consapevolezza intenzionata a trascendersi, illuminando la propria illusorietà e scoprendo la Realtà sua Origine. Consapevolizzare la soglia dell’Eterno: processo essenziale della  Ricerca della Reale Identità (ricerca spirituale vera); eppure rari lo indicano, meno ancora ne esprimono l’importanza, tanti quanti quelli che la comprendono. Soltanto esploratori straordinari la cercano direttamente[4], la soglia: grado primo e ultimo di presenza percepibile. Oltre, non c’è oltre, non si può andare – già Si Sussiste Là (come Assoluto, non come individuo).      

La liberazione dal tempo non è fuga dal tempo, è renderne quieta la percezione e profonda la dissoluzione. Fuggire dal tempo ne alimenta l’allucinata tripartizione. L’emancipazione dal temporale esige la resa incondizionata del relativo all’Assoluto, sino alla sparizione del primo.

Mente, profondati nell’Eterno, non saprai più (che fartene) del tempo.

Curvati verso l’inizio - termine del tempo (laddove esordisci e ti ritiri come individuo) e Oltre, per ScoprirTi Senza Tempo.

Estingui totalmente la percezione di sé, fai emergere Te – Infinito e ritorna in te illuminato dalla comprensione di essere una proiezione temporale dell’Atemporale, tu esistenza individuale espressione di Te Esistenza Assoluta.

Perisci ignaro di Sé e rinasci Verità: Sussisto Assoluto – questa è Resurrezione.


[1] Esistenza individuale è sinonimo di: mente, individuo, consapevolezza, sé, esistenza individuale.

[2] Durante stato di Estinzione, l’esistenza individuale è quasi completamente estinta: i suoi processi vitali permangono, ma la percezione di sé è completamente estinta.

[3] Sé è sinonimo di Reale Identità, Dio, Assoluto, Realtà, Senza Tempo, Esistenza Eterna, Sempre Presente.

[4] Per consapevolizzare il “confine” Reale Identità – individuo, si può fare questa richiesta meditativa: Questa mente chiede di consapevolizzare il “confine” Reale Identità – individuo.  

Condividi questa pagina su Facebook
Il segreto di Nikola Tesla Sri Nisargadatta Maharaj Krishnamurti-MenteLibera Osho - The Movie
Ranjit Maharaj 1
U.G. Krishnamurti UG Krishnamurti - you see
Madre Teresa di Calcutta Talks with Nisargadatta Meher Baba Interview Ghandi
OSHO: Absolutely Free Padre Pio vivo 1
Krishnamurti - Il Risveglio
Krishnamurti
Maharishi Mahesh Yogi Padre Pio - l'Eucarestia Thich Naht Hanh Carezza- Giovanni XXIII
Ultima messa di Padre Pio
Anandamayi ma Meher Baba with Lepers
Video spirituali
Copyright 2003-2010 Andrea Pangos